La piscina termale

La piscina delle Terme di Porretta è una piscina termale contenente acqua salsobromojodica alla temperatura di 35°C.

Le caratteristiche costruttive ne permettono l’ utilizzo da parte di tutti: artropatici che vogliono curare il proprio sistema osteoarticolare, persone che cercano di rilassare corpo e mente dallo stress della vita quotidiana, gestanti che vogliono prepararsi al parto in maniera ottimale, bambini che si avvicinano per la prima volta all’acqua, disabili che necessitano di riabilitazione.

L’ingresso in acqua avviene tramite un’ ampia scalinata, la vasca è divisa in tre zone in cui l’ altezza dell’acqua è differenziata (80, 120, 140 cm.), all’interno della vasca stessa sono presenti ausili quali parallele e maniglioni lungo il bordo che ne favoriscono la fruibilità.

A fianco della vasca principale si trovano due piccole vasche con acqua a diversa temperatura (rispettivamente 22°C e 32°C), idromassaggi laterali a pressione differenziata (massima sul fondo, minore verso la superficie), fondo ricoperto di ciottoli di fiume: sono i percorsi vascolari.

L’acqua salsobromojodica della piscina e dei percorsi vascolari ha vari effetti biologici tra cui vanno ricordati quelli antiflogistici e quelli rilassanti.

La temperatura dell’acqua aiuta poi il rilassamento muscolare ed innalza la soglia del dolore permettendo così un sollievo a chi soffre di contratture muscolari ed un lavoro specifico allo sportivo che deve recuperare dopo un incidente o dopo un allenamento intenso.

La piscina termale: istruzioni per l’uso

Il bagno in piscina è particolarmente gradevole e rilassante: in virtù soprattutto della temperatura dell’ acqua è quasi un ritorno all’utero materno (e pertanto particolarmente gradito ai più piccoli).

Proprio la temperatura dell’ acqua però sconsiglia permanenze in acqua troppo prolungate.

E’ consigliabile un periodo di immersione di 30 minuti seguito da un periodo di rilassamento sulle sedie a bordo vasca.

Dopo il bagno meglio non uscire subito: il corpo ha accumulato calore che deve essere perso lentamente e non in maniera troppo brusca. Una breve sosta nell’ ambiente piscina ed una un po’ più lunga nell’ atrio della stessa permette di esaurire il periodo di reazione sudorale che si manifesta dopo il bagno senza incorrere in brusche diminuzioni della pressione arteriosa od in “colpi d’aria” spesso responsabili di fastidiosi raffreddamenti.

Visualizza gli orari di apertura e il listino.

piscina termalepiscina termale 2piscina termale 3piscina termale 4piscina termale 5
La piscina termale ultima modifica: 2014-10-18T17:33:30+00:00 da termediporretta