Centro termale

Cure Termali
separatore-lungo


Le acque ed i fanghi termali sono il primo mezzo per curare le malattie che l’uomo ha utilizzato.

Ippocrate, in quello che può essere considerato il primo trattato di medicina della storia, il Corpus Hippocraticum, dedica ampie parti allo studio delle acque in senso scientifico ed attuale: caratteri chimici, organolettici, problemi igienici, uso dei bagni in varie malattie, effetti del bagno caldo e freddo sull’organismo umano
Sin dall’antichità l’uomo ha ricercato la salute ed il benessere nell’acqua, che non è solo il costituente corporeo prevalente (il corpo di un adulto è composto da acqua per il 60%), ma anche oggetto simbolico, valore culturale.
Alle fonti sono legati i pellegrinaggi di cura, fenomeni di culto legati a figure sante o divine, al soggiorno termale si accompagna la ricerca del benessere psichico e spirituale.
Per essere definite “minerali” le acque devono avere effetti farmacologici documentati sull’ organismo.


Le acque termali

Le acque termali, o meglio termominerali, presenti alle Terme di Porretta si dividono in due gruppi: